Diario del tempo di guerra 1943-1944

Dal bombardamento di Pisa ai monti della Romagna- primavera 1943 – settembre 1944

Il saggio analizza il culto del libro e della biblioteca nella letteratura tedesca primonovecentesca attraverso un’indagine bibliofila che si snoda nella produzione letteraria di quattro autori: Hermann Hesse, Walter Benjamin, Karl Wolfskehl ed Elias Canetti.

Si tratta di appassionati scrittori che hanno celebrato l’amore per i libri e per la biblioteca inteso come fondamento della loro esistenza e rifugio simbolico dai turbolenti avvenimenti storici che animavano il palcoscenico europeo del secolo breve, dando vita a riflessioni di spessore dedicate alle molteplici sfumature dell’universo dei libri – custode del sapere, delle radici e della memoria dell’umanità – in opposizione alla nefasta triade macchina-denaro-lavoro che avvelenava la società capitalistica, riducendo i rapporti umani ad una sterile reificazione e condannando gli intellettuali all’isolamento. Trattandosi principalmente di scrittori ebrei costretti all’esilio, la passione totalizzante e talora ossessiva-maniacale per l’oggetto libro si nutre della concezione heiniana del libro come “patria portatile” ed è da intendersi come una secolarizzazione del culto del Libro par excellence, la Bibbia. L’esito letterario di tale processo si traduce in un fertile messaggio culturale – consegnato alla Germania ebbra di volontà di potenza degli anni Trenta su cui gravava la minaccia dalle fameliche fiamme dei roghi – nel segno utopico di una rigenerazione della società e dell’edificazione di una nuova civiltà a partire dal libro.

Dario del tempo di guerra

Dal bombardamento di Pisa ai monti della Romagna- primavera 1943 – settembre 1944

di Alessandro Pardi

Illustrazioni di Bernardo Acosta

Tralerighe libri editore

Pagine 132 – Euro 18,00

ISBN 978-88-3287-214-9

Alessandro Pardi nasce a Pugnano, piccolo paese del Comune di San Giuliano Terme (Pisa) il 3 agosto 1907. Il padre ed il nonno paterno Aniceto, detto “Lillo”, abitano in affitto in una casa di proprietà dei Conti Roncioni e gestiscono l’unica bottega del paese ed inoltre coltivano – a mezzadria – il podere della parrocchia. L’autore frequenta le scuole elementari nei vicini paesi di Ripafratta e di Pontasserchio e le scuole tecniche a Pisa, dove si diploma nel 1924. Il primo marzo del 1925 viene assunto dalla fabbrica di vetri e specchi Saint Gobain, dove lavora per 43 anni, fino al 1968, con mansioni prima da operaio e poi da impiegato amministrativo. Il 29 aprile del 1933 si sposa con una ragazza del paese, Nella Del Chicca, di famiglia contadina, che ha frequentato sei anni di scuole elementari. Dal matrimonio nascono cinque figli: Luigi, Maria Matilde, Maria Luisa, Fabrizio, Maria Margherita. Nel 1981 muore, improvvisamente per un infarto, l’adorata moglie Nella. L’autore muore il 27 agosto 1994.  Fin da giovane si è sempre interessato alla scrittura ed alla lettura ed ha lasciato alcuni manoscritti: “Il mezzo secolo della mia vita: avvenimenti e cronache dal 1907 al 1958” (1965); “Figure di paese: 15 racconti dal vero” (1965); “Diario del tempo di guerra” (1944); “Novella toscana raccontata da nonno Sandro” (1965).

Storia contemporanea, Memoria, Graphic Novel

Acquista il libro: https://www.tralerighelibri.com/bookstore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...