Un anno in Russia con l’ARMIR: 1942-1943 (Tralerighe)

monticelli-cover-tralerighe-5

Manlio Monticelli fu direttore dell’Ospedale Militare da Campo 837 in Russia dall’aprile del 1942 all’aprile del 1943. Durante tutto il periodo tenne un “Diario di guerra” nel quale registrò in modo scrupoloso le vicende della sua unità al seguito delle truppe italiane, prima del CSIR e poi dell’ARMIR, da Sugres fino a Millerovo. L’estate, l’autunno e poi a dicembre lo sfondamento sovietico della linea del fronte con il lungo assedio di Millerovo e le dolorose tappe della ritirata.

Il racconto dettagliato di quel periodo termina il 6 aprile del 1943, giorno del suo ricovero, per congelamento alle gambe, nell’Ospedale di riserva n° 10 di Leopoli.

Qui ebbe modo di completare il suo scritto con le ultime notizie dal fronte, alcune considerazioni e un commento finale sulla Campagna di Russia.

Un documento inedito che entra nel dolore quotidiano dei soldati italiani di fronte alla battaglia, lo sbandamento, la ritirata, la fuga.

 

 

 

 

Un anno in Russia con l’Armir

Aprile 1942- Aprile 1943

Cap. Med. Prof. Monticelli Manlio Direttore dell’Ospedale da Campo N°837

di Manlio Monticelli

Tralerighe libri editore

Pagine 190 – Euro 15,00

ISBN 9788832870909

 

Manlio Monticelli nasce il 20.11.1902 a Notaresco (Te). Trascorre qui gli anni felici dell’infanzia poi, per proseguire negli studi, si trasferisce prima a Teramo e poi a Perugia dove si laurea in Medicina nel 1927.

L’anno seguente frequenta a Firenze il Corso per Ufficiale Medico poi, per proseguire nei suoi studi, si trasferisce a Bologna. Nel novembre del 1930 si specializza in Pediatria e continua a frequentare la Clinica pediatrica come Assistente del Prof. Pincherle, alternando lo studio al lavoro volontario nei reparti, fino al 1934, anno in cui consegue la Libera Docenza in Pediatria. Nel 1935 sposa una giovane collega, Lina Montanari di Morciano di Romagna e con lei va a vivere a Rimini dove affianca alla libera professione l’incarico di Direttore di alcune Colonie Marine e dell’“Ospedale dei Bambini e dell’Aiuto Materno” della città. Negli anni 1937, 1939 nascono le sue due figlie, Ines e Brunella. Quando a fine agosto del 1941 nasce il figlio Antonio lui ha appena terminato a Cervia un “Corso di Addestramento” in vista della chiamata alle armi che gli arriva sette mesi dopo, il ventotto marzo 1942. Parte per la Russia l’undici aprile 1942 e a Jassinovatoia, sede della Divisione di Sanità del Corpo di Spedizione Italiano in Russia (C.S.I.R.), gli viene assegnata la direzione dell’Ospedale da Campo N°837 della Divisione Celere, che al momento si trova a Sugress. Nel maggio del 1943 rientra finalmente in Italia con due encomi solenni, una proposta per la Croce di Guerra e un’invalidità permanente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...