Tralerighe al Salone del libro di Torino 2018 (stand T118 Pad. 3)

tralerighe-salone-libro-torino-2018.jpg

Tralerighe libri , l’editore indipendente di Lucca, sarà presente con il proprio stand alla 31° edizione del Salone Internazionale del libro di Torino. L’evento letterario più importante d’Italia – che come ogni anno si tiene presso il Lingotto – si svolge tra il 10 e il 14 maggio e vedrà la partecipazione di oltre 1000 editori che rappresentano il mondo del libro. Centinaia gli incontri in programma che vedranno protagonista anche la casa editrice lucchese che sarà presente con tutti i libri in catalogo (140 titoli) allo stand T118 padiglione 3.

Tra questi venerdì 11 maggio alle ore 18,30 presso gli spazi della Regione Calabria verrà presentato il nuovo romanzo dello scrittore Felice Foresta. Sabato 12 maggio alle ore 11 presso lo stand del MIUR, il direttore Andrea Giannasi parlerà nell’ambito del concorso nazionale organizzato in collaborazione tra Mibact, Apidge, Obiettivo Scuola, Senato della Repubblica, di Costituzione italiana e del rapporto tra la carta, la scuola e i cittadini.

Domenica 13 maggio alle 10,30 presso lo stand della Regione Toscana verrà presentato il libro per bambini “Divisioni senza resto” di Caterina Frustagli, illustrato dalla disegnatrice Claudia Corso diplomatasi al “Passaglia” di Lucca. Ci sarà spazio anche per il lancio del comunicato stampa ufficiale del Premio giornalistico “Arrigo Benedetti” Città di Barga, che vedrà la premiazione dei giornalisti vincitori sabato 26 maggio.

In programma presso gli spazi del Superfestival organizzato dal Salone del libro, anche la presentazione dei programmi dei festival letterari “Tralerighe di Barga”, Terracina Book festival, Garfagnana in Giallo Barga noir, Leggere Gustando di Castiglione di Garfagnana. Si parlerà anche di premi letterari e tra questi i prestigiosi “Carver”, “Nabokov” e Premio Pascoli.

Tanti i libri che verranno presentati in anteprima al Salone da parte di Tralerighe. Paolo Miggiano, autore napoletano da anni in prima linea a raccontare la Camorra, esce con “La guerra di Dario. Vivere e morire a Napoli”; Barbara Rosenberg attraverso il ricordo di un viaggio con il nonno, narra le radici dell’antisemistimo nel suo “Viaggio in Germania”; “Volontario della libertà” è il diario di Enzo Furiozzi prigioniero dei tedeschi e poi partigiano; su questi temi il lavoro di Anna Raviglione e Franca Di Palma con “Sopravvissuto a Mauthausen”.

In primo piano anche il lavoro dei lucchesi Francesco Petrini e Virginio Monti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...