Normanna Albertini non è il nome di una calciatrice e neppure di una cuoca, ma di una scrittrice. Ovvero: sul piacere della lettura

Prospektiva

normanna-albertini

Normanna Albertini non è il nome di una calciatrice e neppure di una cuoca, ma di una scrittrice. Ovvero: sul piacere della lettura

Incontrare una scrittrice come Normanna Albertini è esercizio che mette agilità alle corde dell’anima. Vorresti che quelle sue parole, che escono come un fiume reggiano che se non ci fosse il Po andrebbe a sbattere contro le Alpi, diluviando infino parte dell’Austria, non finissero più. Vuoi per l’accento, vuoi per la profondità, la rotondità, in un incessante lavoro di lima, che alla fine dona piacere, che tutto quell’acquazzone non finisse mai. Parole ghiacciate, sillabe innevicate, verbi a grandine: questo il sillabario dell’autrice di Felina. Insomma fa bene alla vista, ai reni, alle fotografie dei vecchi nonni, alle nuvole che si fermano ad ascoltare, al mondo, fa bene incontrare Normanna Albertini.
Eccerto (scritto così tutto attaccato perchè qui si fa del narrare un corso, un flusso) che la…

View original post 2.570 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...